Gruppo Ciesse Brescia | Finanza agevolata, Contributi, Privacy

Credito d’imposta Friuli

Credito d’imposta Friuli: approvato il regolamento

La Giunta regionale, lo scorso 25 Ottobre, ha approvato il regolamento recante criteri e modalità per la concessione di contributi nella forma di credito d'imposta a favore delle imprese operanti in Friuli Venezia Giulia. Manca la pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione.

I contributi riguardano attività di ricerca e sviluppo, di cyber security big data e competenze digitali e di fusione e acquisizione aziendale e sono concessi nella misura del 50% delle spese ammissibili.

Possono presentare domanda le imprese iscritte nel Registro delle imprese della Camera di commercio competente per territorio che hanno la sede legale o almeno un'unità operativa attiva in Fvg.

Per quanto riguarda i contributi per attività di ricerca e sviluppo sono ammesse a contributo le seguenti spese:

a) spese per la ricerca contrattuale, realizzata anche in collaborazione con enti di ricerca, per servizi di consulenza, nonché per prestazioni e servizi necessari all’attività di ricerca e sviluppo e alla realizzazione di prototipi;

b) acquisto di know how e brevetti per la realizzazione del progetto;

c) spese per l’acquisto di materiali durevoli direttamente imputabili al progetto e alla realizzazione di prototipi;

d) spese per l’acquisto di strumentazione, di attrezzature, licenze e software, specificatamente utilizzati per la realizzazione del progetto, nel limite massimo del 30% della spesa complessiva sostenuta e ritenuta ammissibile;

e) spese connesse all’attività di certificazione della spesa

Le spese sono ammissibili se sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda, nonché quelle sostenute dal primo gennaio dell’anno precedente la medesima data

1. Sono ammesse a contributo le iniziative la cui spesa ammissibile è pari o superiore a 10.000 euro.

2. Il limite massimo del contributo concedibile è pari a 150.000 euro

L'agevolazione per le PMI è concessa in regime "de minimis"

Per fruire del contributo sotto forma di credito d’imposta, i soggetti interessati presentano domanda alla Direzione centrale competente in materia di attività produttive, trasmessa tramite il sistema Istanze On Line a cui si accede previa autenticazione. Con decreto del Vicedirettore centrale competente in materia di attività produttive sono fissati i termini per la presentazione delle domande di contributo.

I contributi, previa verifica della completezza della domanda,   sono concessi tramite procedura automatica secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, ai sensi dell’articolo 35 della legge regionale 20 determinato dal numero progressivo di protocollo attribuito dal sistema informatico.

Entro sessanta giorni dalla data di presentazione della domanda con decreto del Vicedirettore centrale:

a) è disposta la concessione dei contributi;

b) è determinata l’entità del contributo concesso a ciascun beneficiario;

c) sono archiviate le domande dei soggetti non ammessi a contributo.

Il contributo non può essere chiesto a rimborso ed è utilizzabile solo in compensazione ai sensi del Capo III del decreto legislativo 241/1997. Il credito di imposta è utilizzabile tramite la compilazione del modello F24 da presentarsi esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate

Il credito di imposta può essere usufruito dal mese successivo alla comunicazione della concessione del contributo e del codice tributo da utilizzare per la compensazione dei versamenti dovuti, ed entro la data di presentazione della rendicontazione della spesa.

I contributi sono concessi fino ad esaurimento delle risorse disponibili; dell’esaurimento delle risorse e dell’eventuale disponibilità di ulteriori risorse finanziarie è data comunicazione ai soggetti interessati mediante avviso pubblicato sul sito istituzionale della Regione, nella sezione dedicata al presente regolamento.

Il regolamento entrerà in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione

News