Gruppo Ciesse Brescia | Finanza agevolata, Contributi, Privacy

Decreto Legge "Cura Italia" del 16 Marzo 2020

Nella giornata di ieri, lunedì 16 Marzo 2020 il Consiglio dei Ministri ha deciso di adottare diverse misure economiche per rispondere all’emergenza da COVID-19, volte a sostenere il Sistema Sanitario Nazionale e l’economia del Paese.

Con il Decreto si è previsto di sbloccare un flusso di denaro di 350.000.000.000,00€ con l’obiettivo di fronteggiare l’emergenza in corso proponendo misure rivolte sia alle aziende sia ai lavoratori dipendenti e autonomi.

Il Provvedimento si suddivide in 5 Capitoli che riportano altrettanti Macro aree di intervento.

Capitolo 1 – Misure di potenziamento del Servizio Sanitario Nazionale e della Protezione Civile che prevede di stanziare 3.500.000.000,00€;

Nel Capitolo 2 – Misure a sostegno del lavoro, sono state disposte misure a favore dell’occupazione, per la difesa del lavoro e del reddito con i seguenti interventi:

  • 1.300.000.000,00 € per il fondo integrazione salariale;
  • 3.300.000.000,00 € per la cassa integrazione in deroga per una durata massima di 9 settimane anche per le aziende che hanno un solo dipendente;
  • Assegno di 600,00€ per il mese di marzo rivolto ai lavoratori autonomi, stagionali e in altre forme;
  • Ripristinato il voucher baby sitter nella misura di 600,00 €;
  • Estensione del congedo parentale a 15 gg retribuito nella misura del 50% da ripartire tra i genitori e non fruibile da entrambe nello stesso periodo;
  • Per chi assiste persone disabili e usufruisce dei permessi della legge 104 per il mese di marzo e aprile potranno beneficiare fino a 12 permessi.

Il Capitolo 3 – Misure a sostegno della liquidità attraverso il sistema bancario, attive per la durata di 9 mesi dall’entrata in vigore del Decreto, riguardano il sistema del credito e l’agevolazione dell’erogazione di liquidità con sospensione delle rate dei mutui e prestiti con garanzie pubbliche e la sospensione degli obblighi di versamento dei tributi e dei contributi.

Il Capitolo 4 – Misure fiscali a sostegno della liquidità delle famiglie e delle imprese, in base alle quali si prevede la sospensione dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali ed assistenziali, nonché la sospensione dei termini degli adempimenti e dei versamenti fiscali e contributivi per le persone fisiche e per i soggetti titolari di reddito d’impresa. Inoltre verranno attuati diversi Crediti d’imposta utili al contenimento degli effetti negativi derivanti dalle misure di prevenzione e contenimento connesse all’emergenza epidemiologica.

Il Capitolo 5 – Ulteriori disposizioni, mette in campo una serie di misure atte a sostenere le attività di promozione del sistema Paese attraverso l’istituzione di Fondi e la realizzazione di campagne straordinarie di comunicazione volte a sostenere le esportazioni italiane e le Università.

News