Gruppo Ciesse Brescia | Finanza agevolata, Contributi, Privacy

DECRETO RILANCIO - MISURE PER IL SETTORE DEL TURISMO E DELLE STRUTTURE RICETTIVE

TAX CREDIT VACANZE

Per il periodo d’imposta 2020 è istituito un Credito d’imposta in favore dei nuclei familiari con ISEE non superiore a € 40.000,00, utilizzabile dal 01/07 al 31/12/2020 per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive, nonché dagli agriturismi e dai bed&breakfast. Condizioni:

  •  utilizzabile da un solo componente per nucleo familiare, nella misura massima di € 500,00 per ogni nucleo, € 300,00 per nuclei composti da 2 persone e € 150,00 per quelli composti da una sola persona;
  •  le spese devono essere sostenute in un’unica soluzione, in relazione ad una singola impresa turistico ricettiva e devono essere documentate da fattura elettronica o documento commerciale;
  • il pagamento deve essere corrisposto solo tramite agenzie di viaggio e tour operator;
  •  il credito è fruibile nella misura dell’80%, d’intesa con il fornitore, sotto forma di sconto del corrispettivo, mentre il restante 20% sotto forma di detrazione di imposta;
  • lo sconto è rimborsato al fornitore dei servizi sotto forma di credito d’imposta da utilizzare esclusivamente in compensazione, con facoltà di successive cessioni a terzi, anche diversi dai propri fornitori, nonché ad istituti di credito.

ESENZIONE IMU

Non è dovuta la prima rata dell’IMU relativamente a:

  • Immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché immobili degli stabilimenti termali
  • Immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e immobili degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed & breakfast, dei residence e dei campeggi, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate.

FONDO TURISMO

È istituito un Fondo finalizzato alla sottoscrizione di quote o azioni di organismi di investimento collettivo del risparmio e fondi di investimento, gestiti da società di gestione del risparmio, in funzione di acquisto, ristrutturazione e valorizzazione di immobili destinati ad attività turistico-ricettive. Con apposito decreto del MIBACT saranno stabilite le modalità operative e i criteri.

FONDO PER LA PROMOZIONE TURISTICA IN ITALIA

Allo scopo di favorire la ripresa dei flussi turistici in ambito nazionale, è istituito il "Fondo per la promozione del turismo in Italia", con una dotazione di 20 milioni di euro per l'anno 2020. Con decreto del MIBACT, da adottare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore del decreto, saranno individuati i soggetti destinatari delle risorse e le iniziative da finanziare e sono definite le modalità di assegnazione.

FONDO PER AGENZIE DI VIAGGIO E TOUR OPERATOR

Al fine dì sostenere le agenzie di viaggio e i tour operator a seguito delle misure di contenimento del Covid-19, istituito un Fondo con una dotazione di 2 5 milioni di euro per l'anno 2020. Con decreto del MIBACT sono stabilite le modalità di ripartizione e assegnazione delle risorse agli operatori.

SOSTEGNO ALLE ZONE ECONOMICHE AMBIENTALI

È istituito un Fondo volto a riconoscere un Contributo straordinario alle micro, piccole e medie imprese che svolgono attività economiche eco-compatibili, ivi incluse le attività di guida escursionistica ambientale che hanno sofferto una riduzione del fatturato in conseguenza dell'emergenza determinata dalla diffusione del Covid-19.

Il contributo è corrisposto sino ad esaurimento delle risorse del fondo, in proporzione alla differenza tra il fatturato registrato nel periodo tra gennaio e giugno 2019 e quello registrato nello stesso periodo del 2020, Ai fini della corresponsione, le imprese e gli operatori devono:

  • risultare attivi alla data del 31 dicembre 2019;
  • avere sede legale e operativa nei comuni aventi al meno il 45% della propria superficie compreso all'interno di una ZEA;
  • svolgere attività eco-compatibile;
  • essere iscritti all'assicurazione generale obbligatoria o alle forme esclusive e sostitutive della medesima oppure alla gestione separata.

Le modalità saranno stabile con apposito decreto del Ministro dell’Ambiente e del Territorio e del Mare.

INDENNITA’ REQUISIZIONE STRUTTURE ALBERGHIERE

L'indennità di requisizione è liquidata in forma di acconto, nello stesso decreto del Prefetto, applicando lo 0,42%, per ogni mese o frazione di mese di effettiva durata della requisizione, al valore ottenuto moltiplicando la rendita catastale, rivalutata del 5% per il moltiplicatore utilizzato ai fini dell’imposta di registro relativo alla corrispondente categoria catastale dell'immobile requisito. L'indennità di requisizione è determinata in via definitiva entro 40 giorni, con successivo decreto del Prefetto, che ai fini della stima si avvale dell'Agenzia delle entrate, sulla base del valore corrente di mercato al 31 dicembre 2019 dell'immobile requisito o di quello di immobili di caratteristiche analoghe. In tale decreto è liquidata la differenza tra gli importi definitivi e quelli in acconto dell'indennità di requisizione.

 

News