Gruppo Ciesse Brescia | Finanza agevolata, Contributi, Privacy

SUPERBONUS 110%: EFFICIENTAMENTO ENERGETICO, SISMA BONUS, FOTOVOLTAICO

SOGGETTI BENEFICIARI

Alla presente misura possono accedere i Condomini, le Persone Fisiche al di fuori dell’esercizio dell’attività d’impresa, arti e professioni (per abitazione principale e seconda casa a patto che sia l’unica), gli Istituti autonomi casa popolari IACP,  le Cooperative di abitazione a proprietà indivisa, gli Enti del Terzo Settore e le Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche (limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi).

Il bonus NON si applica alle unità immobiliari appartenenti alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 (abitazioni di tipo signorile, ville, castelli e palazzi di pregio).

ENTITA' E FORMA DELL'AGEVOLAZIONE 

L’agevolazione verrà erogata nella misura del 110%, secondo la scelta del beneficiario, sotto forma di:

  • Detrazione da ripartire in 5 quote annuali di pari importo;
  • Credito d’imposta con facoltà di cessione ad altri soggetti, inclusi istituti di credito e intermediari finanziari;
  • Sconto sul corrispettivo in fattura fino ad un importo massimo pari al corrispettivo dovuto. Lo sconto viene anticipato dal fornitore e recuperato in credito d’imposta.

PROGETTI

Sono ammissibili le spese sostenute dal 01/07/2020 al 31/12/2021 relative a:

1. interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali ed inclinate che interessano l'involucro dell'edificio con un'incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda (con limite massimo di spese non superiori a € 50.000,00 per edificio);

2. interventi sulle parti comuni degli edifici, sugli edifici unifamiliari e plurifamiliari (se funzionalmente indipendenti) per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto, a pompa di calore, ivi inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all'installazione di impianti fotovoltaici e relativi sistemi di accumulo e con impianti di microcogenerazione (con limite massimo di spese non superiori a € 20.000,00 per parti comuni  € 30.000,00 per unità familiare, inclusi lo smaltimento e bonifica);

3. Messa in sicurezza per pericolo sismico;

4. Installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica e i relativi sistemi di accumulo (spese non superiori a € 48.000,00 e nel limite di € 2.400,00/Kw). L’energia non autoconsumata in sito è ceduta al GSE;

5. Installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

Le misure 4 e 5 devono essere eseguite congiuntamente ad uno degli interventi 1, 2 e 3. Il beneficio è ammesso se si verifica il salto di due classi energetiche oppure il raggiungimento della classe energetica più alta.

PRESENTAZIONE 

Le modalità attuative saranno delineate dall’Agenzia delle Entrate entro 30 giorni dall’entrata in vigore del decreto prevista entro il 18/07/2020.